↑

Accueil > Vie scientifique > Colloques et journées d’étude > Colloques et journées d’études 2022

Disciplinare il matrimonio, tracciare la mobilità, riconoscere le relazioni

Esami prematrimoniali nel mondo cattolico (XVI-XVIII secolo)

27 e 28 ottobre 2022

Sala Bortolami di Palazzo Jonoch Gulinelli
Università di Padova (DiSSGeA)
Via del Vescovado, 30, Padova (Italia)

Convegno organizzato da Jean-François Chauvard (Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne- IHMC), Alfredo Viggiano (Università di Padova) e Teresa Bernardi (Università di Padova, ANR "Processetti")

Con il sostegno dell’Università di Padova (Dipartimento DiSSGeA, progetto di eccellenza "Mobility & Humanities"), l’ANR "Processetti", l’Università franco-italiana, l’Archivio storico del Patriarcato di Venezia, l’École française de Rome, l’École française d’Athènes, l’Institut d’Histoire moderne et contemporaine (Paris) e il LARHRA.

Presentazione

Il controllo dello stato libero dei futuri sposi ha costituito una preoccupazione essenziale della Chiesa cattolica nella difesa dell’unicità e indissolubilità del sacramento del matrimonio. Per evitare casi di bigamia e matrimoni clandestini, il Concilio di Trento prescrisse degli obblighi (pubblicazione, presenza del sacerdote e dei testimoni alle nozze, registrazione) che furono localmente integrati da una vera e propria inchiesta (processetto). Questa era basata sull’esame di testimoni chiamati ad attestare che i futuri sposi non avessero contratto in precedenza un vincolo matrimoniale, o perché celibi o perché vedovi. Raccogliendo testimonianze sul passato dei richiedenti che non erano nativi o che nel corso del tempo si erano allontanati dalla città, le indagini miravano a rispondere alla sfida che la mobilità geografica poneva al rispetto della disciplina matrimoniale. I processetti, che si basavano su procedure burocratiche e sulla produzione di prove, raccolte spesso a partire da diversi contesti geografici e giurisdizionali, testimoniano anche la necessità per la Chiesa di fare affidamento sulla parola di coloro che conoscevano i richiedenti.

Questo colloquio sarà composto da due sessioni. Dopo una giornata di studio tenutasi ad Atene (10-11 settembre 2021), dedicata al controllo prematrimoniale da parte della Chiesa ortodossa e a casi di matrimoni misti nell’Europa orientale (XVI-XVIII secolo), la prima sessione del convegno sarà dedicata allo studio dell’adozione e della diffusione di queste indagini matrimoniali nel mondo cattolico, privilegiando l’Italia e allargando il confronto ad altre aree (Austria, Francia, Brasile). Questa sessione ruoterà intorno ad alcune linee di riflessione : il meccanismo istituzionale e la procedura, la strutturazione del processetto, i fondi archivistici conservati in vari archivi diocesani.

La seconda sessione del convegno mira a presentare l’indagine condotta sui processetti veneziani nell’ambito del programma ANR :  "Processetti". Matrimonio e mobilità a Venezia, XVI-XVIII secolo. Oltre ad una presentazione della metodologia utilizzata per la strutturazione dei dati, saranno presentati i primi risultati dell’analisi, riguardanti la tipologia dei processetti, le relazioni che intercorrono fra i richiedenti e i loro testimoni e le prove scelte allo scopo di attestare il passato dei futuri sposi. Lo sfruttamento analitico dei processetti di stranieri permette di ricostruire le strutture di fondo che hanno determinato la mobilità verso Venezia, le traiettorie individuali e l’impatto che la peste del 1630 ebbe sulla migrazione.

Programme

Giovedì 27 ottobre 2022

14 | Accoglienza   

14.30 | Saluti e introduzione

I. Esami prematrimoniali in diversi ambiti culturali

15.00 | Les enquêtes matrimoniales à l’épreuve d’un monde atlantique et colonial : les mariages d’Indiens et d’esclaves au Brésil (XVI-XVIIIe siècles)

Charlotte de Castelnau-L’Estoile (Sorbonne Université, CRM)

15.30 | Premarital Proceedings in the Archduchy of Austria below the Enns (1558-1783)

Susanne Hehenberger (KHM-Museumsverband, Wien)

Discussione

16.30 | Les dispenses de domicile dans le diocèse de Paris au XVIIIe siècle

Lola Allegre (Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne) :

II. processetti matrimoniali nella peninsola italiana

17.00 | I processicoli matrimoniali dell’Archivio Arcivescovile di Torino : consistenza del fondo e prime considerazioni sull’utilizzo dei dati

Beatrice Zucca Micheletto (DiSSGeA, Università di Padova)

Discussione

Andrea Caracausi (DiSSGeA, Università di Padova)

Venerdì 28 ottobre 2022

9.30 | « Interrogatus de etate esercitio habitatione ». L’examen des époux et des témoins dans les processetti matrimoniali (Rome, XVIIe siècle)

Eleonora Canepari (Aix Marseille Université)

10.00 | Costruire un "santo matrimonio" : procedure, pratiche e conflitti (Livorno, XVIII secolo)

Chiara La Rocca

10.30 | Considerazioni sui processetti matrimoniali nell’arcidiocesi di Napoli nella seconda metà del Cinquecento

Piero Ventura (Università di Napoli Federico II) :

11.00 | "De his maior informatio Venetiis, quam in eorum patria haberi potest". I processetti matrimoniali dell’archivio patriarcale di Venezia : una lettura archivistica

Paola Benussi (Archivio di Stato di Venezia

Discussione

Alfredo Viggiano (Università di Padova) 

III. Matrimonio e mobilità a Venezia. I primi resultati del progetto ANR « Processetti »

14.30 | Open and interoperable research data : the geovistory.org virtual research environment

Francesco Beretta (CNRS-Université de Lyon)

15.00 | Trascrizione, annotazione, strutturazione dei dati

Jacopo Cossu, Davide Drago, Francesca Zugno (ANR Processetti)

15.30 | Una prima analisi dei dati : demografia, mestieri e mobilità

16.30 | Risconoscere le relazioni. I testimoni al matrimonio e i testimoni al processetto

Teresa Bernardi (DiSSGeA, Università di Padova) e Jean-François Chauvard (Université Paris 1 Panthéon Sorbonne – IHMC)

17.00 | Il garzonato nei processetti matrimoniali di fine Cinquecento. Una prima indagine.

Anna Bellavitis (Université de Rouen)

Discussione

Marco Belfanti (Università di Brescia)

Con la partecipazione di

  • Anna Athanasouli (Università di Creta)
  • Katerina Korrè (Università di Corfu)
  • Katerina Konstantinidou (Université nationale et capodistrienne d’Athènes)

Publié le 28 avril 2023

Version imprimable de cet article Version imprimable
Accueil du site IHMC
 
Institut d'histoire moderne
et contemporaine – UMR 8066
ENS, 45 rue d'Ulm, 75005 Paris
+33 (0)1 44 32 32 86
contact-ihmc@ens.fr
Facebook X YouTube